Roma - 11/07/2020
Chiamaci al numero +39 06 4818313



Piattaforme contrattuali


PIATTAFORMA RINNOVO CCNL AREA VETRO

 

29/06/2010

PREMESSA

Si ricorda, in premessa, che in data 9 settembre 2008 si è compiuta la confluenza del CCNL LAMPADE e DISPLAY nel CCNL VETRO unificando, tra l’altro, la data di scadenza al 31 agosto 2010. Il nuovo contratto quindi comprenderà tutte le attività industriali dei due settori e dovrà essere negoziato con ASSOVETRO. I settori oggetto del rinnovo risentono anch’essi della crisi economica generale, dei cali dei consumi, dell’uso sempre più diffuso delle materie plastiche e delle trasformazioni relative alla industria dell’elettronica nazionale, purtuttavia la UGL Chimici ritiene che ci siano le condizioni perché il nuovo contratto di lavoro contenga elementi che favoriscano lo sviluppo e colga le opportunità che la ripresa economica, di cui si intravvedono già i primi segnali, offrirà nei prossimi anni.
Pertanto il contratto di lavoro deve costituire un imprescindibile strumento per coniugare le esigenze delle imprese e dei lavoratori al fine di armonizzare le peculiarità ed esigenze del settore di Area ASSOVETRO.
Il rinnovo del contratto nazionale, che deve inquadrarsi nell’ambito della Riforma degli assetti contrattuali introdotta il 22 gennaio 2009 e successivamente regolata con l’accordo interconfederale del 15 aprile 2009, sottoscritto dalla Confederazione UGL, dovrà essere, quindi, l’occasione per mettere in atto una serie di miglioramenti per venire incontro alle aspettative del mondo del lavoro in modo che con un attento confronto tra le parti, si possa disporre di meccanismi contrattuali per affrontare le sfide industriali e le trasformazioni in atto e che inevitabilmente si presenteranno nei prossimi anni per il superamento delle difficoltà in cui si trova ad operare il settore. ARMONIZZAZIONE DEGLI ISTITUTI Il nuovo contratto dovrà prevedere, per quanto possibile, la eliminazione di tutti gli elementi di differenziazione tra comparto vetro e comparto lampade al fine di rendere più omogenea la gestione, l’inquadramento, la retribuzione di tutti gli addetti. Si dovrà quindi affrontare il rinnovo in una ottica di totale armonizzazione di tutti gli istituti ora differenziati.

Per maggiori dettagli scarica la piattaforma integrale