Roma - 01/12/2020
Chiamaci al numero +39 06 4818313

News


Fondenergia, approvato il bilancio 2019


L'anno si chiude in maniera positiva

02/07/2020

In data 30 giugno 2020 si è svolta, in videoconferenza a causa della pandemia per il Covid-19, la Assemblea di Fondenergia per la analisi, discussione ed approvazione del Bilancio 2019.
Ancora una volta Fondenergia non ha deluso i 43.510 aderenti in forza al 31 dicembre 2019. L’anno si è chiuso infatti con risultati più che positivi che hanno consentito di recuperare la leggera perdita maturata a fine 2018, in quanto l’anno 2019 è stato particolarmente positivo per i mercati finanziari.
• Comparto Garantito: +1,93% = aderenti 5.223
• Comparto Bilanciato: + 9,72% = aderenti 30.952
• Comparto Dinamico: + 11,91% = aderenti 7.335
Il Bilancio 2919 di Fondenergia messo a votazione attraverso una apposita piattaforma che ha garantito la partecipazione dei Rappresentanti e la correttezza del voto, è stato approvato alla unanimità anche con il voto favorevole della componente UGL Chimici presente in videoconferenza.
Tenuto conto che il bacino dei potenziali aderenti è circa 48.000 il tasso di adesione è intorno al 90%. C’è da osservare in proposito che i 4.245 aderenti con ccnl Gas&Acqua rappresentano solo il 58% dei lavoratori potenzialmente interessati e quindi sarebbe opportuno un intervento di presentazione del Fondenergia da parte dei nostri dirigenti sindacali. La Segreteria Nazionale è a disposizione. Rimane alto il numero dei lavoratori silenti – 1961 al 31/12/2019 – che contribuiscono al Fondo con il solo TFR e quindi non possono accedere al contributo aziendale e alle eventuali clausole accessorie. Assolutamente opportuna la adesione completa.
Di particolare interesse è il Progetto IRIDE che ha visto la luce nel 2019 con la selezione del Gestore di Fondi di Investimento Alternativi Neuberger Berman per un investimento in Private Equity frutto della partecipazione con altri 4 Fondi (Foncer, Fondogommaplastica, Fondo Pegaso, Previmoda) con un capitale complessivo di 216 mln di € al fine di disporre di un patrimonio sufficientemente ampio per negoziare un accordo particolarmente favorevole. Fondenergia ha contribuito con 73 mln di €. Il Progetto IRIDE consente una ulteriore diversificazione degli investimenti e l’opportunità di conseguire interessi negli investimenti alternativi, nonché tenuto conto che l’investimento è destinato all’Italia e comunque in Europa, dovrebbe supportare una crescita economica ed occupazionale del nostro Paese, così come auspicato da più parti compresa la organizzazione sindacale UGL Chimici.
Interessantissimo è osservare come il contributo del TFR, sul totale dei contributi raccolti, rappresenti circa il 47%. Ciò vuol dire che anche dover destinare per legge il 50% del proprio montante finale alla prestazione in rendita e l’altro 50% in capitale (che gode della nota tassazione di favore), di fatto questo 50% in capitale è proprio il TFR come se si fosse lasciato in azienda.
Il mandato degli organi sociali è in scadenza e quanto prima verrà attivata la procedura per nuove elezioni alle quali la UGL Chimici parteciperà, come sempre, con una propria lista di candidati.
Alcune richieste di chiarimento avanzate dalla componente UGL Chimici circa alcuni dati di bilancio e la politica di investimento in componenti ESG (Environmental, Social, Governance) ovvero con una grande attenzione verso la crescita della società umana e l’ambiente, hanno ricevuto complete ed esaurienti risposte.

      Scarica link